I 5 elementi

di | 1 Febbraio 2019

Ecco il secondo articolo della nostra collaboratrice, la dottoressa Alice Gironi, igienista dentale e neo diplomata in medicina cinese.

Per capire la situazione globale del paziente e fare una diagnosi energetica si deve avere ben chiara la teoria dei 5 movimenti: le 5 fasi di un ciclo, di una trasformazione, di un processo.

I 5 elementi sono acqua, fuoco, legno, metallo e terra.

“L’acqua scorre verso il basso umidificando, il fuoco divampa verso l’alto, il legno può essere piegato e raddrizzato, il metallo può essere modellato e temprato, la terra permette la semina, la crescita e il raccolto (shang shu)”. Questo brano ci dimostra che i 5 elementi simboleggiano 5 differenti qualità e stati dei fenomeni naturali.

Ogni movimento ha quindi delle caratteritiche peculiari, delle relazioni peculiari e delle corrispondenze peculiari.

Per una visione d’insieme inserisco una tabella.

Ogni movimento esprimerà la sua energia secondo le associazioni riportate in tabella.

Come dicevo all’inizio, il modello dei 5 elementi è utile per la fase diagnostica in medicina cinese.

I 5 elementi sono in relazione tra loro grazie a 2 cicli: generazione e inibizione. Questi 2 cicli mantengono un equilibrio dinamico tra gli elementi. In mancanza di equilibrio ci sarà la malattia.

L’Acqua nutre il Legno, il Legno brucia e produce Fuoco, le ceneri del Fuoco producono la Terra, dalla Terra si estrae il Metallo, il Metallo sciolto diventa Acqua; questa sequenza in MTC è chiamata Ciclo di Generazione. La frase spesso usata per esprimere questo concetto è “il fuoco è Figlio del legno ed è la Madre della terra e così via”.

Il Ciclo di Inibizione o di Controllo dice che ogni elemento ne controlla un altro e da un altro a sua volta è controllato, cioè: il Legno controlla la Terra, la Terra controlla l’Acqua, l’Acqua controlla il Fuoco, il Fuoco controlla il Metallo, il Metallo controlla il Legno. In questo caso la frase è “il Legno è nonno della Terra e a sua volta è nipote del Metallo e così via”.

In caso di disequilibrio anche i cicli saranno quindi alterati: ci potrà essere una madre debole che non nutre il figlio, o un figlio insaziabile che saccheggia la madre. Ad esempio se l’elemento legno è in deficit anche il fuoco sarà colpito. Il fegato, organo legno, ha il ruolo di accumulare il sangue. Se è in vuoto non ci sarà abbastanza sangue per nutrire il cuore, organo fuoco. Questo disequilibrio porterà ad avere insonnia, palpitazioni, mancanza di coraggio, timidezza. In  questo caso sostenendo, tonificando il sangue di fegato si sosterrà il sangue di cuore e si risolverà il problema dell’insonnia senza ricorrere a medicinali dedicati.

L’alterazione del ciclo di inibizione crea il ciclo di superinibizione: si dice che il legno superinibisce la terra. Se il qi di fegato ristagna può invadere la milza e lo stomaco impedendo le loro funzioni di trasformazione del cibo e quelle relative al movimento del qi (il qi di milza deve salire e quello di stomaco scendere). Questo porta a diarrea, mal di pancia, gonfiore, irritabilità, scarso appetito, nausea. In questo caso eliminado la stasi di fegato anche la milza riprenderà a lavorare meglio. In tutto ciò la bocca in quanto labbra si colloca nell’elemento terra, Le gengive superiori sono controllate dal grosso intestino, le inferiori dallo stomaco; i denti sono espressione del rene, mentre la lingua è il germoglio del cuore e sulla sua superficie si proiettano i vari organi ed apparati

Nei prossimi articoli andrò ad approfondire questi argomenti.

Alice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.